Il casolare dove fu assassinato Peppino Impastato ridotto a discarica

“La mafia uccide, il silenzio pure. Facciamo sentire le nostre voci”. Ci uniamo all’appello lanciato da Rete 100 passi per denunciare lo stato di vergonoso degrado e totale abbandono in cui si trova il casolare di contrada Feudo, a Cinisi (PA), dove hanno massacrato ed ucciso 35 anni fa Peppino Impastato. Lo stato di conservazione dell’edificio è talmente grave che rischia il crollo. Il terreno circostante è coperto da letame.

La petizione chiede a Rosario Crocetta, Presidente della Regione Siciliana, che il casolare venga consegnato alla collettività. E’ il luogo della memoria, che non siamo disposti a perdere, della Sicilia che ha lottato contro la mafia. A cui va restituita subito dignità. Firma anche tu la petizione.

Per quel casolare ci sono progetti importanti che aspettano di essere realizzati. Contro la mafia, in memoria di Peppino, per la collettività. Ci impegnamo a fianco di Rete 100 passi affinchè questo avvenga.

Diventa Socio,
iscriviti a Legambiente.

Iscriviti alla nostra Newsletter.
Rimani sempre aggiornato sulle attività di Legambiente.

Aggiungendoti alla nostra mailing list sarai sempre informato sui nostri progetti e potrai seguire per primo tutti i progressi fatti insieme.