Frana Monte Albino: ecogiustizia subito

Ecogiustizia subito! È la richiesta di Legambiente, Comitato Antibarriere e familiari delle vittime che questa mattina, 19 dicembre, hanno protestato davanti al Tribunale di Nocera Inferiore dov’era in corso una nuova udienza del secondo processo per la frana che nel 2005 si staccò dal Monte Albino portando a valle alberi e fango, distruggendo case e uccidendo tre persone.

ECOGIUSTIZIA SUBITO per evitare che il processo venga travolto dalla prescrizione su una vicenda dolorosa ed emblematica ed ancora drammaticamente attuale del dissesto idrogeologico. Un’occasione per ricordare le vittime innocenti di questa tragedia e per ribadire il nostro impegno senza tentennamenti.

Articoli correlati

Articoli
Campania fragile ed esposta a frane e alluvioni: 504 comuni a rischio...
Articoli
Campania fragile ed esposta a frane e alluvioni: 504 comuni a rischio...
Abitazioni in aree a rischio nell’ 83% dei comuni intervistati, nel 62% troviamo fabbricati industriali. Da potenziare il sistema locale di...
Articoli
Incendi, le fiamme dello scorso anno non hanno insegnato nulla
#Ecomafia
Articoli
Incendi, le fiamme dello scorso anno non hanno insegnato nulla
Ritardi, confusione ed esclusioni la Regione parte con il piede sbagliato. In Campania oltre il 90% dei comuni non hanno aggiornato il catasto...
Diventa Socio,
iscriviti a Legambiente.

Iscriviti alla nostra Newsletter.
Rimani sempre aggiornato sulle attività di Legambiente.

Aggiungendoti alla nostra mailing list sarai sempre informato sui nostri progetti e potrai seguire per primo tutti i progressi fatti insieme.