Impianti di compostaggio in Campania

Una buona notizia attesa da tempo. Alla Regione chiediamo che nella individuazione dei siti si operi in coerenza con Piano regionale dei Rifiuti Urbani.

La realizzazione di 25 impianti di compostaggio, annunciata dalla Regione Campania, oltre a far fronte alla procedura di infrazione comunitaria, pone le condizioni per sgravare i cittadini campani dai maggiori costi derivanti dal trasferimento fuori regione. Vigileremo sui tempi di realizzazione visto che l’ esperienza del passato ci insegna che sul tema dei rifiuti non sempre gli annunci si traducono in fatti.

Ci aspettiamo la corresponsabilità di amministrazioni e cittadini nel percorso di individuazione dei siti mentre alla Regione chiediamo che operi rigorosamente in coerenza con il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani di recente approvato che prevede esclusivamente l’inserimento degli impianti in aree industriali non inquinate, rispettando i criteri di prossimità alle aree di produzione in modo da ridurre al minimo le distanze per il trasporto agli impianti, adottando le migliori pratiche disponibili e le più consolidate tipologie impiantistiche.

 

Articoli correlati

Articoli
#Neancheunavirgola
#Ecomafia
Articoli
#Neancheunavirgola
Buonomo (Legambiente): “Il Ddl sugli ecoreati deve essere approvato senza cambiare neanche una virgola. La lotta agli ecomafiosi ha bisogno di...
Articoli
Edilizia: costruire sostenibile, un futuro a portata di mano
#Energia
Articoli
Edilizia: costruire sostenibile, un futuro a portata di mano
Legambiente e i sindacati delle costruzioni presentano il IV Rapporto dell’Osservatorio congiunto su Innovazione e Sostenibilità nel Settore...
Diventa Socio,
iscriviti a Legambiente.

Iscriviti alla nostra Newsletter.
Rimani sempre aggiornato sulle attività di Legambiente.

Aggiungendoti alla nostra mailing list sarai sempre informato sui nostri progetti e potrai seguire per primo tutti i progressi fatti insieme.