Nuovi treni per città più vivibili

Treni troppo vecchi e lontani dagli standard europei. Legambiente presenta lo studio sulla situazione di treni regionali, metropolitane e tram nelle città italiane.

 

Nuovi treni per città più vivibili. Per Legambiente parte da qui la sfida per ripensare la mobilità urbana e il trasporto su ferro, un trasporto che deve essere potenziato, migliorato, reso più competitivo con maggiori investimenti e che deve saper rispondere alla nuova e crescente domanda di mobilità delle aree urbane. Ad oggi il trasporto ferroviario  conta, invece, treni troppo vecchi, lenti e lontani dagli standard europei di frequenza delle corse. In Campania  sono 431 i treni in circolazione sulla rete regionale . L’età media dei convogli in circolazione sulla rete regionale è di 17,3 anni ed il 78,3% dei treni ha più di 20 anni di età.

Nonostante la regione Campania negli ultimi anni si è dotata di  63 treni tra nuovi e completamente ristrutturati,  ci sono ancora troppi  treni metropolitani e tram troppo vecchi: a Napoli sono 81 il numero dei treni metropolitani con una età media di 23 anni, mentre il 43,2% dei treni ha più di 20 anni.

È questo in sintesi il quadro che emerge dallo studio “Nuovi treni per città più vivibili” realizzato da Legambiente, con il contributo di Ansaldo Breda, che ha analizzato la situazione infrastrutturale e del trasporto ferroviario nelle città. La fotografia del trasporto in Campania è totalmente priva di luce, possiamo dire sbiadita. Complessivamente sono 431 i treni in servizio  sulla rete regionale, di cui 396 di alta frequenza e 35 di media percorrenza con una  tipologia di 331 elettrici e 100 diesel con una età  media dei convogli in circolazione sulla rete regionale  di 17,3 anni, ed il  78,3% con  più di 20 anni di età. Ogni giorno in media in Campania sono 271.553 i passeggeri che usufruiscono del servizio ferroviario regionale e suburbano, con la tratta Napoli Sorrento della Circumvesuviana utilizzata da 45mila passeggeri  pendolari al giorno, lo stesso numero di passeggeri  per la tratta Napoli-Torregaveta (Circumflegrea e Cumana) mentre sono 12mila i viaggiatori al giorno che usufruiscono della linea Napoli-Giugliano-Aversa.  

Leggi il comunicato stampa completo

[button style=’red’ url=’http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/studionuovitrenicitta-legambiente.pdf’ icon=’entypo-right-bold’]Scarica il dossier di Legambiente[/button]

Articoli correlati

Articoli
Le coste campane deturpate dal cemento
Articoli
Le coste campane deturpate dal cemento
Campania deturpata dal cemento ha una partita tutta da giocare: salvare le sue coste. Legambiente lancia l’allarme: dal 1985, anno della Legge...
Articoli
La green economy come strada per l’uscita dalla crisi
#Green society
Articoli
La green economy come strada per l’uscita dalla crisi
SAM-Smart Ambiente Mediterraneo e CRdC Tecnologie, in collaborazione con Legambiente Campania, presentano la prima edizione un bando rivolto a...
Diventa Socio,
iscriviti a Legambiente.

Iscriviti alla nostra Newsletter.
Rimani sempre aggiornato sulle attività di Legambiente.

Aggiungendoti alla nostra mailing list sarai sempre informato sui nostri progetti e potrai seguire per primo tutti i progressi fatti insieme.