Inceneritori vs Compostaggio

Altro che inceneritori, con quello di Acerra già abbiamo una capacità di trattamento “termico” superiore alla media nazionale e al quarto posto in assoluto tra le regioni d’Italia, questo è ciò che evidenziano i dati ufficiali ISPRA 2012, che non considerano quindi i progressi nel frattempo fatti in Campania in termini di Raccolta Differenziata oramai attestata al 50%.

Piuttosto si pensi a rispettare l’impegno sottoscritto con il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU) che aveva previsto la realizzazione di ben 11 impianti per il trattamento della frazione organica proveniente da raccolta differenziata necessari a sostenere una raccolta differenziata al 50% e ad evitare così il notevole aggravio dei costi derivanti dal trasporto fuori regione della frazione organica che vanno a gravare sui cittadini.

Se si guardano i numeri emerge poi un bell’imbroglio: a fronte della previsione di una capacità di trattamento prevista col PRGRU pari a 560.000t/anno necessaria per far fronte ad una raccolta differenziata al 50%, ad oggi sono operativi impianti per una capacità di trattamento pari a solo un decimo, 54.500t/anno, mentre nella realtà tutti gli altri impianti in previsione potranno aggiungere una capacità di trattamento pari a soli 290.000t/anno. Così al termine risulterà una capacità di trattamento in totale pari 345.000t/anno a fronte di una esigenza di trattamento pari a 560.000t/anno. Quindi, nella migliore delle ipotesi e cioè se tutti gli impianti previsti saranno realizzati, tutto da verificare in quanto per diversi impianti le procedure sono all’anno zero o allo stallo, ci ritroveremo ancora con un deficit di capacità di trattamento pari a 215.500t/anno. In pratica ancora costi maggiori che andranno a scaricarsi sui cittadini. Una grave responsabilità, di cui è bene tutti ne siano consapevoli.

 

RIFIUTI URBANI / INCENERITI / RACCOLTA DIFFERENZIATA
Regione Tot. Prodotto Incenerito RD
t*1.000 kg/abit t*1.000 % sul totale t*1000 %
Piemonte 2.251 505 87,5 3,9% 1.141 50,7%
Valle d’Aosta 80 623 0,0 0,0% 32 40,1%
Lombardia 4.958 500 2.181,7 44,0% 2.403 48,5%
Trentino-Alto Adige 509 491 69,3 13,6% 294 57,9%
Veneto 2.409 488 256,6 10,7% 1.414 58,7%
Friuli-Venezia Giulia 610 494 129,8 21,3% 301 49,3%
Liguria 991 613 0,0 0,0% 254 25,6%
Emilia-Romagna 3.000 677 900,0 30,0% 1.430 47,7%
Toscana 2.513 670 281,2 11,2% 921 36,6%
Umbria 541 597 0,0 0,0% 172 31,9%
Marche 838 535 16,1 1,9% 329 39,2%
Lazio 3.431 599 277,3 8,1% 565 16,5%
Abruzzo 681 507 0,0 0,0% 191 28,1%
Molise 132 413 74,3 56,2% 17 12,8%
Campania 2.786 478 516,7 18,5% 911 32,7%
Puglia 2.150 525 113,2 5,3% 314 14,6%
Basilicata 221 377 26,9 12,1% 29 13,3%
Calabria 942 468 125,1 13,3% 117 12,4%
Sicilia 2.610 517 11,2 0,4% 246 9,4%
Sardegna 825 492 148,8 18,0% 370 44,9%
ITALIA 32.479 536 5.215,7 16,1% 11.453 35,3%

Fonte: ISPRA Annuario dati Ambientali Edizione 2012

 

 

 

IMPIANTI PER IL TRATTAMENTO DELLA FRAZIONE ORGANICA DA RACCOLTA DIFFERENZIATA
Denominazione / località Stato Capacità t/a prevista col PRGRU Capacità t/a effettiva prevista con i progetti Fonte finanziamento Termine dei lavori “importo complessivo dei lavori”
Salerno (SA) Attivo 30.000 30.000
Teora (AV) Attivo 3.000 3.000
Eboli (SA) Attivo 21.500 21.500
San Tammaro (CE) In itinere 30.000 30.000 Regione CampaniaCon DGR 314/2011 dicembre 2014 4.697.116,72€
Giffoni V.P. (SA) In itinere 30.000 30.000 Regione CampaniaCon DGR 314/2011 giugno 2013! 6.411.154,02€
c/o STIR Tufino (NA) In itinere 75.000 40.000 A carico del Concessionario inizio 2016 18.578.079,00€ 
c/o STIR Giugliano (NA) In itinere 75.000 40.000 A carico del Concessionario inizio 2016  

 

21 610 873,72€

 

c/o STIR Casalduni (BN) In itinere 35.000 35.000 A carico del Concessionario fine 2014 14.800.000,00€
c/o STIR S. Maria C.V. (CE) In itinere 75.000 40.000 A carico del Concessionario inizio 2016 20.152.078,10€
c/o STIR Battipaglia (SA) In itinere 75.000 40.000 A carico del Concessionario inizio 2016 Non risulta essere stato ancora predisposto il progetto preliminare e il bando e quindi non è stato stabilito l’importo
c/o STIR Pianodardine (AV) In itinere 35.000 35.000 A carico del Concessionario inizio 2015 Non risulta essere stato ancora predisposto il progetto preliminare e il bando e quindi non è stato stabilito l’importo

Fonte: PRGRU e Commissari delegati alla realizzazione impianti digestione anaerobica c/o STIR

 

Articoli correlati

Articoli
In Campania è Sos acqua tra emergenza siccità e rete idrica bucata
#Articoli
Articoli
In Campania è Sos acqua tra emergenza siccità e rete idrica bucata
Un’emergenza che tocca in particolar modo la provincia di Salerno, la costiera amalfitana e cilentana, Capri e Ischia mettendo in in ginocchio il...
Articoli
Erasmus+
#Volontariato
Articoli
Erasmus+
Con Legambiente Campania puoi fare un’esperienza di volontariato internazionale finanziata dal Programma Europeo Erasmus+. Il Servizio Volontario...
Diventa Socio,
iscriviti a Legambiente.

Iscriviti alla nostra Newsletter.
Rimani sempre aggiornato sulle attività di Legambiente.

Aggiungendoti alla nostra mailing list sarai sempre informato sui nostri progetti e potrai seguire per primo tutti i progressi fatti insieme.