L'idea

Frigoriferi e scaldabagni guasti, televisori con tubo catodico, telefonini, pc e stampanti ma anche giocattoli e lampadine giunti a fine vita compongono una percentuale sempre crescente dei nostri rifiuti. Rifiuti che però richiedono particolari attenzioni per lo smaltimento al fine di recuperare i materiali pregiati attraverso l’industria del riciclo, evitare i danni ambientali con la contaminazione del terreno e delle falde e tutelare la salute umana minacciata anche dalle attività di smontaggio se condotta in modo illecito. Nel 2012 i Raee prodotti in Italia ammontano a 800 mila tonnellate mentre sono circa 10 milioni di tonnellate quelli generati in Europa e 50 milioni di tonnellate quelli prodotti nel mondo. Di questi, solo 3,5 tonnellate, a livello europeo, vengono gestite dalle organizzazioni dei produttori mentre in Italia la percentuale di Raee che sfugge al sistema legale arriva al 70%.

Legambiente Campania e il Consorzio EcoEm condividono l’attenzione per l’ambiente e l’interesse per lo sviluppo di soluzioni che rendano concreto un modello di vita eco-compatibile e sostenibile. La collaborazione è orientata a promuovere e valorizzare attività di gestione sostenibile dei RAEE, fortemente esperienziali e ad alto coinvolgimento e partecipazione e in particolar modo nei confronti delle aziende, degli amministratori e dei cittadini.


IniziativeLe attività in programma

Educaraee

Il Consorzio ECOEM e Legambiente Campania Onlus presentano EducaRAEE 2015. EducaRAEE è un’iniziativa promossa da Legambiente Campania in collaborazione con il Consorzio ECOEM, finalizzata alla …

Leggi tutto 0 Comments